Quando ho cominciato ad amarmi

Iniziamo una nuova settimana in una stagione che ormai sta mostrando i suoi colori autunnali, con una poesia che esprime un po’ di noi e, sicuramente, anche un po’ di voi.

Quando ho cominciato ad amarmi davvero e ad amare,
mi sono reso conto che il dolore e la sofferenza emotiva
servivano a ricordarmi che stavo vivendo in contrasto con i miei valori.
Oggi so che questa si chiama autenticità.

Quando ho cominciato ad amarmi davvero e ad amare,
ho capito quanto fosse offensivo voler imporre a qualcun altro i miei desideri,
pur sapendo che i tempi non erano maturi e la persona non era pronta,
anche se quella persona ero io.
Oggi so che questo si chiama rispetto. Continua a leggere “Quando ho cominciato ad amarmi”

La moda nella terra di mezzo

È stata la settimana della moda, anzi della fashion week a Milano. Ho visto qualche servizio e diverse immagini pubblicate nei vari social.

La moda è espressione, comunicazione, arte, visione sul futuro e sguardo sul passato. Nella moda si sperimenta, si ricerca, si reinventa con lo studio di materiali, linee, tradizioni culturali.

A qualcuno starà venendo l’orticaria, perché mai una donna che non si occupa di moda…ne parla? Diciamo che io sono una che guarda e un capo Armani, da sempre il mio preferito, oh se lo gradirei proprio! Continua a leggere “La moda nella terra di mezzo”

L’allarme universale

Il mondo delle mamme si divide.

Si divide tra allattamento artificiale e seno? No.
Si divide tra naturale e cesareo? No.
Tra chi si ritrova con 10kg in più e le bestie di satana che dimagriscono addirittura? No.

Il mondo delle mamme si divide tra quelle che in certi momenti partirebbero con un colpo di cannone il più lontano possibile DA SOLE e quelle che non lo ammettono. Continua a leggere “L’allarme universale”

La mia Londra

Have a nice day!

Vado spesso a Londra. Con la scusa di avere i figli che abitano li, almeno una volta all’anno mi concedo una vacanza in questa città che è diventata la mia seconda casa.

Amo camminare tra i suoi quartieri, ma non quelli che ogni turista desidera vedere, quelli piacciono anche me ed una giornata è sempre dedicata alle meraviglie lungo il Tamigi o ai mercati decantati in tutto il mondo, preferisco però muovermi nella Londra di tutti i giorni, di chi qui abita, lavora, gioisce, soffre. Mi fa sembrare di appartenerle e per qualche giorno sono londinese anche io. Continua a leggere “La mia Londra”

La forza delle illusioni

Dobbiamo continuare a illuderci nel desiderare un mondo migliore, perché forse sarà proprio la forza delle illusioni di ieri e di oggi a diventare la certezza di un futuro migliore.

La scultura in copertina è del sud coreano Seo, è tratta dalla serie Meditation ed esposta vicino al belvedere di Capri. Per le sue opere l’artista utilizza catene di acciaio inossidabile di macchinari industriali e biciclette.

Una passeggiata nei Giardini della Reggia di Venaria

Il connubio tra passato e presente.

Marina Grey si è regalata un pomeriggio ai giardini della Reggia di Venaria. Residenza Sabauda a circa dieci chilometri da Torino, gioiello barocco Patrimonio Mondiale dell’UNESCO. Continua a leggere “Una passeggiata nei Giardini della Reggia di Venaria”

Isola

Come l’estate scorsa, in partenza verso nuove avventure!

Prima o poi sentiamo nascere in noi il desiderio di staccare da ciò che costituisce la nostra vita, cerchiamo luoghi lontani che mettano chilometri tra noi e la nostra quotidianità.

Io amo le isole, mi piace sentire che tra me e la terraferma c’è dell’acqua, molta acqua in perenne movimento, movimento che mi avvicina e mi allontana fisicamente e soprattutto mentalmente da tutto.

Continua a leggere “Isola”

Appocundria

Mentre sbrigo le mie faccende quotidiane in solitaria, tra bucato da stendere e indumenti da stirare, la musica mi fa spesso compagnia.

Mi piace crogiolarmi nei suoni legati ai miei ricordi adolescenziali, quando consumavo cassette e dischi in vinile di Renato Zero, Pino Daniele e i Queen.

Allora Pino Daniele era il più adatto per struggermi per un amore non corrisposto, rimpiangere le vacanze ormai finite o affliggermi davanti agli esercizi di ragioneria. Dopo la sua prematura scomparsa, è colui che risveglia l’appocundria.

Continua a leggere “Appocundria”

Ciclo femminile

Qualcosa mi sfugge?

Sui social si parla continuamente di ciclo mestruale, in particolare del “free blending”, che tradotto in italiano significa: sanguinamento libero. Pratica che venne promossa dall’atleta Kiran Gandhi durante la maratona di Londra del 2015. Intendeva lanciare un messaggio contro i pregiudizi e le discriminazioni.

Probabilmente chi è anta anta si interessa di argomenti che riguardano invece la menopausa, le vampate di caldo ecc. ecc.

Tutti aspetti, fasi, periodi, momenti, che sono assolutamente naturali e vanno vissuti come passaggi che una donna attraversa durante la propria vita. Di questi argomenti parlo con tranquillità, ho due figlie e quindi l’argomento è naturale, attuale. Anche la mia famiglia contribuisce alle vendite delle aziende di assorbenti e affini e di conseguenza a pagare allo Stato il 22% di IVA! Continua a leggere “Ciclo femminile”

A prescindere

Francesca di Relove (via Guastalla 6a, Torino)

“Un outfit da ufficio pensato per l’estate, per una “fifty girl” che vuole essere sempre impeccabile. Canotta con un accenno di scolla a barca, pantalone colorato con fantasia geometrica, sandalo platform scamosciato con cinturino alla caviglia, comodo e discreto ma comunque seducente. Gli accessori definiscono puntuali l’insieme: handbag in colore a contrasto, due collane in pietre dure in nuance da portare insieme, per un effetto trendy e ricercato. Ricordiamo che ciò che importa è giocare con la moda per piacersi a prescindere dalla taglia, dall’età e dalle imperfezioni, scegliendo il look giusto per ogni occasione!”

“Io accetto la grande avventura di essere me stessa” (Simone de Beauvoir) Continua a leggere “A prescindere”