Mani in pasta

Mai come in questo periodo ci controlliamo le mani

Mani che sono il prolungamento di noi e arrivano ovunque vogliamo arrivare. Ci danno la percezione di chi ci circonda perché una stretta di mano, una carezza o un fuggevole tocco, ci restituiscono la reazione di chi abbiamo cercato.

Con le mani abbiamo toccato il suolo e da lì ci siamo alzati quando ancora bambini non sapevamo dove avremmo voluto e potuto arrivare, tesi a toccare e a prendere ciò che ci circondava e ancora oltre, anche adesso.

Le mani fanno: indicano, prendono, modellano, creano, curano. Così nominate in questi giorni di pandemia, non possono del tutto assolvere al loro ruolo di contatto con gli altri.

Dobbiamo averne cura non soltanto con manicure e creme, abbiamo infatti bisogno di litri di acqua e sapone altrimenti il gesto più bello, una mano tesa, diventa il tramite di un pericolo invisibile. Continua a leggere “Mani in pasta”

È sabato: pizza?

Giovedì gnocchi, sabato pizza o focaccia!

Della nostra pizza non ci si stanca mai, se ne parla sempre (ma risparmiamoci le sterili polemiche) e a tutti sarà capitato di cimentarsi a sperimentare la propria ricetta o quella della mamma. Io non manco in questi tentativi, a volte più riusciti e a volte no. Nel primo caso in famiglia si fanno anche due risate, poiché cambio, aggiungo o tolgo, alla fine non ricordo più il dosaggio che più mi ha soddisfatto. Continua a leggere “È sabato: pizza?”