La peste

di Albert Camus

“Si ballava in tutte le piazze. Da un giorno all’altro il traffico era considerevolmente aumentato e le auto, divenute più numerose, circolavano con difficoltà nelle vie stracolme. Le campane della città suonarono a distesa per tutto il pomeriggio. Riempivano delle loro vibrazioni un cielo azzurro e dorato. Nelle chiese infatti si recitavano le azioni di grazie. Ma erano stracolmi anche i luoghi di svago, e i caffè, incuranti del futuro, distribuivano gli ultimi alcolici. Una folla di persone ugualmente eccitate si accalcava ai balconi, fra cui molte coppie che non avevano alcun timore di mostrarsi abbracciate. Tutti gridavano o ridevano. La scorta di vita accumulata nei mesi in cui ciascuno aveva messo l’anima in attesa, la spendevano quel giorno che era come il giorno della rinascita. L’indomani sarebbe cominciata la vita vera e propria con le sue cautele.” (…) Continua a leggere “La peste”

25 aprile 2020

Il nostro soffione

Quando è iniziata l’avventura di menti vagabonde abbiamo pensato a qualcosa che potesse rappresentare il nostro blog, abbiamo immaginato il soffione, conosciuto anche come dente di leone o più precisamente tarassaco.

Naturalmente ci siamo poi rese conto che non avevamo individuato qualcosa di originale, la sua immagine e il suo significato simbolico ricorre spesso, così come è presente in racconti e leggende: fate che ne abitavano la corolla, Teseo che ne mangiò i fiori per diventare forte e sconfiggere il Minotauro.

Noi semplicemente lo avevamo associato alla libertà, i semi che volano verso mete lontane rappresentano tuttora il nostro desiderio di rinnovamento e scoperta. Continua a leggere “25 aprile 2020”

Mani in pasta

Mai come in questo periodo ci controlliamo le mani

Mani che sono il prolungamento di noi e arrivano ovunque vogliamo arrivare. Ci danno la percezione di chi ci circonda perché una stretta di mano, una carezza o un fuggevole tocco, ci restituiscono la reazione di chi abbiamo cercato.

Con le mani abbiamo toccato il suolo e da lì ci siamo alzati quando ancora bambini non sapevamo dove avremmo voluto e potuto arrivare, tesi a toccare e a prendere ciò che ci circondava e ancora oltre, anche adesso.

Le mani fanno: indicano, prendono, modellano, creano, curano. Così nominate in questi giorni di pandemia, non possono del tutto assolvere al loro ruolo di contatto con gli altri.

Dobbiamo averne cura non soltanto con manicure e creme, abbiamo infatti bisogno di litri di acqua e sapone altrimenti il gesto più bello, una mano tesa, diventa il tramite di un pericolo invisibile. Continua a leggere “Mani in pasta”

Torta “povera”

Tutti chef e pasticceri

In questi giorni di quarantena ci siamo ritrovati a improvvisarci chef e pasticceri, sperimentiamo infatti ricette che in passato non avremmo avuto neanche il tempo di provare.

Ci regaliamo e regaliamo soprattutto dolcezze, il cibo ha anche una funzione consolatoria…ma non dovremmo esagerare.

Purtroppo quanto sta accadendo sta ulteriormente aggravando la situazione economica di molte famiglie, mi sono ritrovata a riflettere sulla fortuna che tanti di noi hanno di poter fare i propri acquisti tranquillamente. Proprio perché in questi ultimi anni si è parlato maggiormente di spreco alimentare e poiché la situazione attuale ci sta ponendo davanti molti aspetti della vita che dovremmo provare a rivedere, ho pensato che dovrei darmi un senso della misura diverso.

Con poco è possibile fare molto

Continua a leggere “Torta “povera””

Sguardi

Davanti ad una finestra

Siamo qui, noi che guardiamo fuori a strade e giardini silenti, al sole che ogni giorno ritorna a fare il suo dovere nonostante il mondo condivida giorni ostili.

La nebbia potrebbe sfumare i contorni di ciò che osserviamo, e lacrime di pioggia finalmente lavare via paura e malinconia…

Tutto più leggero e lontano…

Continua a leggere “Sguardi”

Giornali e televisioni dal mondo

Quanto buon materiale dal Web!

In queste settimane di isolamento fioccano consigli e suggerimenti per trascorrere il tempo in maniera divertente e costruttiva.

In un mio precedente articolo, in tempi non sospetti, vi avevo suggerito un sito veramente molto interessante col quale  visitare luoghi, musei, cataloghi fotografici e scoprire spunti interessanti per la nostra cultura: Google Art and Culture .

Continuo a pensare che questo portale di casa Google sia uno dei più completi ed esaustivi nel panorama web della cultura e che vi terrà occupati per giorni e giorni.

Se invece siete interessati al mondo dell’informazione, vi vorrei suggerire un sito che io visito spesso quando voglio leggere quotidiani regionali, nazionali e internazionali e quando voglio guardare televisioni o ascoltare radio italiane e straniere. Continua a leggere “Giornali e televisioni dal mondo”

Scegliere

La prima settimana di questa quarantena italiana è ormai passata, altri giorni ci attendono

È una cosa seria, una situazione di emergenza che ha coinvolto tutti, non è un evento lontano, non è l’eco di notizie che distrattamente ascoltiamo.

Da tempo avevo la sensazione che il mondo girasse al contrario, avevo l’impressione che qualcosa di destabilizzante sarebbe accaduto. Ricordo un film che amo molto, e in particolare un passaggio del discorso finale di Charlie Chaplin ne “Il grande dittatore”:

Continua a leggere “Scegliere”