Il cuore di una mamma in attesa

Nella vita si esce e si rientra, si parte e si ritorna.

Se penso ad un’immagine mi viene in mente il mare, le onde che si allontanano ma che tornano a infrangersi sulla costa. Una madre è lo scoglio, una spiaggia di sabbia e di sassi, perché quello è il suo ruolo, in attesa perpetua e vigile. I figli sono come l’acqua che si protende verso l’orizzonte, con moto agitato e costante, con il desiderio di approdare in altri luoghi, di miscelarsi e amalgamarsi.

Si ha bisogno di nuove maree, che sommergano e riportino a nuova vita questo mondo che perpetra ingiustizie.

Le creature vanno…devono andare, ma, quando tornano, rigenerano la vita a chi un giorno ne diede un frammento della propria.