Una crostata per la nonna

Una festa non festa.

La mia mamma non era più venuta a casa mia…fase 1 fase 2 fase 3, in famiglia ci siamo attenuti e ci atteniamo alle misure necessarie per diminuire, per quanto possibile, i rischi di un eventuale contagio.

Ieri, in un pomeriggio piovoso, abbiamo ricevuto la prima visita ufficiale, senza abbracci e baci delle nipoti e relegando la nonna al divano affinché non stesse troppo vicina a qualcuno di noi.

Viviamo con ragionevoli dubbi e preoccupazioni, lontani anni luce dalle teorie complottiste e le baggianate che continuamente girano nel web, occorre rispetto per chi sta lavorando incessantemente e per chi sta lottando per il recupero della propria salute.

Quindi ci voleva una torta per accogliere l’ospite, ma senza uova, burro e latte quale dolce per accompagnare il tè?

Continua a leggere “Una crostata per la nonna”

Mani in pasta

Mai come in questo periodo ci controlliamo le mani

Mani che sono il prolungamento di noi e arrivano ovunque vogliamo arrivare. Ci danno la percezione di chi ci circonda perché una stretta di mano, una carezza o un fuggevole tocco, ci restituiscono la reazione di chi abbiamo cercato.

Con le mani abbiamo toccato il suolo e da lì ci siamo alzati quando ancora bambini non sapevamo dove avremmo voluto e potuto arrivare, tesi a toccare e a prendere ciò che ci circondava e ancora oltre, anche adesso.

Le mani fanno: indicano, prendono, modellano, creano, curano. Così nominate in questi giorni di pandemia, non possono del tutto assolvere al loro ruolo di contatto con gli altri.

Dobbiamo averne cura non soltanto con manicure e creme, abbiamo infatti bisogno di litri di acqua e sapone altrimenti il gesto più bello, una mano tesa, diventa il tramite di un pericolo invisibile. Continua a leggere “Mani in pasta”

Torta “povera”

Tutti chef e pasticceri

In questi giorni di quarantena ci siamo ritrovati a improvvisarci chef e pasticceri, sperimentiamo infatti ricette che in passato non avremmo avuto neanche il tempo di provare.

Ci regaliamo e regaliamo soprattutto dolcezze, il cibo ha anche una funzione consolatoria…ma non dovremmo esagerare.

Purtroppo quanto sta accadendo sta ulteriormente aggravando la situazione economica di molte famiglie, mi sono ritrovata a riflettere sulla fortuna che tanti di noi hanno di poter fare i propri acquisti tranquillamente. Proprio perché in questi ultimi anni si è parlato maggiormente di spreco alimentare e poiché la situazione attuale ci sta ponendo davanti molti aspetti della vita che dovremmo provare a rivedere, ho pensato che dovrei darmi un senso della misura diverso.

Con poco è possibile fare molto

Continua a leggere “Torta “povera””