Non dimentichiamo Silvia

Scorrendo le pagine di un social leggo questi commenti: “Oca giuliva

Verginella

Se l’è andata a cercare

Poteva aiutare gli italiani

Si deve far firmare una liberatoria

Che non si paghi il riscatto con i nostri soldi”

Evito di ripetere quelle che istigano e auspicano uno stupro.

Queste frasi vomitate nel web sommergono il senso di appartenenza, la solidarietà, la stima per chi ha la capacità di dare forma al desiderio di rendersi utile e di poter aiutare quella parte di mondo abbandonata e sfruttata.

Istintivamente vorrei rispondere a tutti, poi mi dico che non ne vale la pena. Ha valore il parere di chi stimo, tutto il resto ha per me soltanto il suono del gorgoglio dell’acqua dello scarico del water.