Luoghi per sognare

Alla scoperta del Piemonte

In questa estate così particolare, ho provato a fare la turista nella mia regione, terra che amo, anche se ha un piccolo difetto…non ha il mare! Prossimamente qualcuno di mia conoscenza mi rintuzzerà con qualche rimprovero.

Dopo tanti anni sono ritornata sulla sponda piemontese del lago Maggiore. Con marito e amici avevamo programmato di fare qualche gita e visitare un paio di isole, in particolare l’Isola Bella e l’Isola dei Pescatori.

Continua a leggere “Luoghi per sognare”

Cambiano le stagioni

Estate, autunno, giovinezza, vecchiaia.

Le stagioni si susseguono, si alternano, così come le nostre sensazioni. Non siamo esseri definiti, siamo giovani o vecchi, entusiasti, euforici o malinconici, preda delle nostre emozioni e talvolta delle nostre paure. 

Un libro mi ha chiamato: “Le stagioni della vita” di Hermann Hesse, un’antologia di scritti tratti da testi diversi. Lo avevo già letto qualche tempo fa, ho ripreso a sfogliarlo come faccio sempre quando un titolo attira nuovamente la mia attenzione. Mi sono soffermata su questo passaggio che qui riporto, mi sembra particolarmente interessante in questo periodo di pandemia nel quale si sono inaspriti i commenti sui comportamenti di giovani e anziani. Uno spunto di riflessione sugli atteggiamenti e le posizioni che assumono, che assumiamo noi che abbiamo percorso un tratto più lungo di strada… Continua a leggere “Cambiano le stagioni”

Corro con il cous cous

Si corre anche quando fa caldo

Non so voi, ma io tendo a fare molte cose velocemente, con la sensazione di essere sempre in ritardo, perché inserisco nello spazio libero avanzato un altro impegno, un altro compito. Difficile bloccare questo meccanismo anche nei giorni di ferie, soprattutto se quasi tutti vissuti in città.

Questa mattina ad esempio sono nuovamente indaffarata, la temperatura fra poco aumenterà e devo pensare a qualcosa di commestibile per il pranzo…non si possono mangiare solo gelati e ghiaccioli, e non si può sempre scappare dai fornelli!

Che fare? Apro il frigorifero, il pensile in cucina o vado sul balcone a guardare il cielo in cerca di ispirazione? Intanto le gambe scalpitano e l’orologio non rallenta le lancette…ma non sono in vacanza? Continua a leggere “Corro con il cous cous”

Plum cake capovolto

Ogni giorno qualcosa non va secondo i nostri programmi.

Anche se ci ripetiamo “volli, sempre volli e fortissimamente volli“, ci tocca pescare, come nel famoso gioco da tavolo, la carta degli imprevisti o delle probabilità.

Non è poi detto che un cambiamento di programma, un diverso risultato, siano poi da considerare un fallimento, anzi! Intraprendere percorsi alternativi, improvvisare e ingegnarsi per trovare una soluzione, ci conferma che non basta solo volere, gli eventi e soprattutto le persone non si piegano ai nostri desideri o alle nostre strategie. Semmai siamo noi a dover convincere, proporre, a dover dimostrare che siamo sempre pronti al cambiamento.

Tutto questo giro di parole per proporre una ricetta? Perché no, ero partita con un’idea, ho capovolto il risultato di quell’idea.

Continua a leggere “Plum cake capovolto”

Riprendere il proprio tempo

Sentite anche voi il ticchettio?

Gira che ti rigira, l’argomento Covid-19, quanto ne è conseguito e quanto potremmo rischiare nel prossimo autunno, è sempre presente nei pensieri e nei discorsi.
Anche tra amiche, si parte dai buoni propositi, da ciò che si vorrebbe fare perché ci si è rese conto che il domani è dietro l’angolo, per passare alla famiglia e ai figli, ai social – tasto dolente – al lavoro e poi ad argomenti via via più leggeri. Allora ci sono i viaggi, o almeno dove si desidererebbe andare, i ricordi, le mostre, i film e le belle letture, tutto accompagnato da sorrisi e risate.

Poi, si ritorna da dove si è partite, da ciò che ha messo in discussione il nostro modo di vivere e anche di procrastinare. Anche prima tutto era criticabile, ma era comunque la nostra vita e nostro il potere di discuterne i termini, le condizioni e le giustificazioni. Continua a leggere “Riprendere il proprio tempo”

Maionese vegana…per stare al fresco!

Fresco fresco fresco!

Si brama e non sempre si trova, però lasciatemelo scrivere, io amo lamentarmi del caldo e mi piace cercare l’ombra, tirare la tenda, abbassare le tapparelle e lasciare che qualche raggio di sole comunque filtri sul pavimento della stanza e sulle cose a me care.

Fresco fresco fresco!

Continua a leggere “Maionese vegana…per stare al fresco!”

Quant’è bella…l’estate

La stagione che maggiormente fa sentire inadeguati

Mamma mia ho iniziato proprio con una frase di quelle che sconsiglierebbero tutti coloro che lavorano con e per il mondo del web. Durante la bella stagione si desiderano argomenti più leggeri, si ha voglia di staccare da tutto ciò che è negativo, che sa di malinconia, ci vogliamo tutti più belli e più sani.

È l’ora dei consigli!

Via cellulite, via pallore, via rughe, esfoliamo, idratiamo, tonifichiamo, e mangiamo sano per consentirci schifezzuole varie se e dove riusciremo a concederci qualcosa che abbia una parvenza di vacanza. Continua a leggere “Quant’è bella…l’estate”

Viaggiare nei sapori

Hummus…quasi

Viaggiare ha numerosi sinonimi: vagabondare (e certo), muoversi, spostarsi, visitare, compiere un percorso, esplorare.

Esplorare sapori diversi, piatti tipici, è un modo per conoscere le tradizioni e la cultura degli altri paesi…anche quando non ci siamo ancora andati!

Io amo la salsa mediorientale a base di ceci e tahina: l’hummus. Ogni tanto la preparo, talvolta con qualche piccola variazione, d’altronde io cambio le ricette a seconda di cosa trovo nel frigorifero e nella dispensa. Continua a leggere “Viaggiare nei sapori”

Pesto il non pesto

Ricetta non ricetta

Se assaporo il pesto, mi ricordo le vacanze di Natale, di tanti ma tanti anni fa, sulla riviera ligure, il sole invernale tiepido teneva lontano l’inverno.

Ora invece siamo in estate, fa caldo, nel mio mio surrogato di orticello di piante aromatiche sopravvive il basilico, pianta forte direi, se considero il mio pollice verde…assai poco verde. Continua a leggere “Pesto il non pesto”

Cartolina da Capri

UN ricordo

Ho visitato varie località portandomi sempre belle immagini negli occhi, nella mente e nel cuore, come cartoline che viaggiano dentro di me.

Le vacanze dell’estate scorsa sono inesorabilmente lontane e non so quali ne prenderanno il posto. Allora mi rivedo circondata dall’acqua, perché non sono originale nei desideri, nella ricerca della mia calma. Al mare mi sento sempre in pace con l’universo e non mi chiedo da dove vengo, perché esisto e dove mai potrò andare, tanto mi interessa soltanto vivere quel momento, non perderlo, ci sarà poi il tempo per pensare ad altro.

Una settimana di luce azzurra che coinvolge

Capri

Capri può sembrare una meta turistica proibitiva, già soltanto per il costo del traghetto o dell’aliscafo. Anche io per anni mi sono concessa la classica gita giornaliera, conservando la segreta aspirazione di poter vivere l’isola quando finalmente parte l’ultimo aliscafo per Napoli e i ritmi diventano meno frenetici e la confusione diminuisce.

Continua a leggere “Cartolina da Capri”