Grigio è fashion?

Colorazione dei capelli sì o colorazione dei capelli no?

Il problema non si pone per le donne che hanno la fortuna di trovarsi dinanzi a questo quesito soltanto in età matura. Invece io sono tra le elette che già a trent’anni aveva notato dei fili bianchi che facevano capolino tra la fluente chioma, per non parlare della scriminatura bianca che con gli anni è diventata sempre più abbagliante!

In effetti anni e anni di tinture con dentro chissà cosa e non lo voglio neanche sapere procurano una certa dose di ansia e di costi.

Che dolore per le mie finanze!

Ora scelgo una cosmesi naturale e bio anche per i miei capelli, la mia parrucchiera di fiducia si è impegnata ad offrire prodotti che dovrebbero tutelare salute ed ambiente.

Molte donne si “ribellano” alla colorazione ad oltranza e da un paio di anni si parla di rivoluzione grey, di granny look, di grey hair.

Continua a leggere “Grigio è fashion?”

Fridays for Future

Oggi sciopero globale degli studenti

La giovane attivista svedese Greta ha risvegliato nei suoi coetanei il desiderio di un futuro diverso, migliore, e la consapevolezza che l’unione e la tenacia sono una grande forza motrice.

Non so se effettivamente nascerà qualcosa di concreto, se effettivamente queste istanze saranno accolte da chi ha il potere decisionale, tuttavia i nostri ragazzi, tutti questi ragazzi, hanno bisogno di sentire che noi adulti, spesso delusi e frustrati nel non essere riusciti a fare la differenza, crediamo nelle loro capacità.

Ora tocca a loro!

 

L’amicizia femminile

Si avvicina l’8 marzo e io ritrovo questi miei pensieri di un paio di anni fa…

Mi ritengo fortunata… anche se non sono nata ricca eheheh! Non ho mai vinto nulla al gioco, i cosiddetti gratta e vinci sono per me qualcosa di misterioso.

Non sono una donna in carriera, non sono particolarmente alta, non ho lo stacco di coscia, non ho occhi chiari da gatta, non credo nella seduzione del tacco vertiginoso…insomma sono nella media ma…ho buone amiche.

Che sia stato il caso a regalarmele? Ci sono stati tempi, luoghi e oggetti che hanno creato l’incontro: la scuola, il lavoro, una spiaggia, un tavolo in una sala d’albergo, un corteo. Ci sono miriadi di possibilità, di inizi, e in questo calcolo delle probabilità è il tempo che ci dà poi la risposta certa…e noi. Noi che dobbiamo curare chi conosciamo, ascoltare, scoprirne le affinità. Continua a leggere “L’amicizia femminile”

L’infinito cielo e il signor Parigi

Il signor Parigi era il secondo marito della signora Giovanna, per me nonna Giovanna.

Erano i miei vicini di casa, o meglio, miei e dei miei genitori, io ero ancora una bimbetta. Lo ricordo seduto al tavolo della cucina, dietro di lui il putagè, una stufa a legna sulla quale in inverno la moglie metteva a scaldare le bucce dei mandarini per profumare l’aria.

s-l300.jpg

Era un po’ stempiato, la fronte alta e lucida, aveva occhi chiari, brillanti, azzurri, era sempre ben rasato. Uomo quieto e saggio, diceva che alla sua morte i familiari avrebbero approfittato della moglie, troppo buona e troppo dolce.

Così è stato. Continua a leggere “L’infinito cielo e il signor Parigi”

Il cinema sul balcone

Il cinema sul balcone nelle sere d’estate era veramente divertente.

Quando ero ancora una bambina abitavo in una casa di ringhiera, ovvero un edificio con lunghe balconate sul lato cortile, per cui la vita sociale era molto vivace. C’era sempre qualcuno che passava davanti alle varie porte (rigorosamente con i vetri) e alle finestre. Tutti vedevano tutto e sentivano di tutto. I più fortunati erano coloro che abitavano alla fine del ballatoio, perché potevano mettere un piccolo cancello e delimitare il proprio spazio, altrimenti era tutto un aprire e chiudere cancelli.

Fortunati erano anche i bimbi che abitavano alle estremità di una balconata, perché potevano facilmente organizzare il cinema. Continua a leggere “Il cinema sul balcone”

Di chi aver paura

Di mio padre rammento spesso una frase che era una sorta di ammonimento, allora ero troppo piccola, pensavo si riferisse soltanto alla paura che avevo dei bau bau della notte, dei fantasmi.

Non devi aver paura dei morti, ma dei vivi.

Anni dopo ho ritrovato le sue parole

( tratto da “Io non ho paura” di Niccolò Ammaniti).

Non ti senti un po’ antipatica?

Si festeggia…

Dopo…

le luci, i colori, gli alberi e gli alberelli, le palline che rotolano e fanno felice il gatto – per chi ha un gatto -, le pecorelle che proprio non stanno su – troppa carta, troppe montagne, mica c’erano tutte quelle montagne e tutta quella neve, finta, che svolazza in ogni dove –.

Dopo… Continua a leggere “Non ti senti un po’ antipatica?”

Trucchetti per casalinghe perfette

Se sei alla ricerca di soluzioni…

You Tube è veramente il paese delle meraviglie. Non tanto perché si trovano cose meravigliose… sì anche quelle a dire il vero… ma perché io mi meraviglio continuamente di quello che viene pubblicato.

L’altra sera mi sono ritrovata a guardare quei video del tipo: 28 trucchi per mantenere la casa splendente in meno di 15 minuti, 20 trucchi geniali per le pulizie, casa pulita in un’ora, pulire il bagno in 4 minuti, la mia routine serale, 5 trucchetti per i lavori di casa.

Vuoi vedere che io in tutti questi anni di onorata carriera casalinga non ho mai capito nulla? Già vivo con l’ansia di sprecare il tempo, ora la prima casalinga trentenne mi dà il colpo di grazia e mi getta nella disperazione più nera… di sporco e calcare? Continua a leggere “Trucchetti per casalinghe perfette”