Pesto il non pesto

Ricetta non ricetta

Se assaporo il pesto, mi ricordo le vacanze di Natale, di tanti ma tanti anni fa, sulla riviera ligure, il sole invernale tiepido teneva lontano l’inverno.

Ora invece siamo in estate, fa caldo, nel mio mio surrogato di orticello di piante aromatiche sopravvive il basilico, pianta forte direi, se considero il mio pollice verde…assai poco verde.

Così in questa domenica cittadina mi faccio il pesto…che farebbe arrabbiare i liguri, ma ho in casa una pianta di basilico, una manciata di mandorle, 3 piccole zucchine, aglio, olio evo, sale, grana. Frullo tutto e sento il profumo della Liguria, condisco la pasta mentre mi fischiano le orecchie, ma questo è il pesto nel quale ho pestato ciò che avevo…

pesto in ciotola bianca

Sono in vacanza senza essere in vacanza!

19 pensieri riguardo “Pesto il non pesto

    1. Eheheh! Nooooo, il pesto ufficiale vuole i pinoli e anche il pecorino. Io amo tutte le versioni, dal momento che in estate metterei basilico in tutti i piatti. Dove trovarlo? Compra una piantina come me!

      Piace a 1 persona

      1. Abbiamo avuto un acceso scambio di opinioni riguardo a Silvia Romano, ma prima di allora avevamo fatto tante splendide chiacchierate, sia nel mio blog che nel tuo. Da parte mia c’è la disponibilità a ricominciare la nostra amicizia virtuale come se niente fosse successo, ma se da parte tua c’è maggiore rigidità lo capisco. Grazie per la risposta! 🙂

        Piace a 1 persona

      2. Infatti! Poiché sono decisamente grandicelli d’età, ho imparato che nelle chiacchierate non si asfalta l’interlocutore, né si dichiara un ko se non c’è un giudice, d’altronde nelle opinioni non c’è una gara. Ben lieta di ospitare i tuoi commenti in questo blog e di leggere i tuoi post

        "Mi piace"

      3. E’ necessario un giudice quando c’è una gara ufficiale. Anzi, in verità sarebbe superfluo anche in molte gare ufficiali, perché quando un pugile resta in piedi e l’altro è svenuto a terra anche chi non capisce nulla di boxe capirebbe al volo chi è il vincitore. Quando ci scontrammo su Silvia Romano le cose andarono esattamente così, ed è evidente che la cosa ti rode ancora. Ero convinto che dopo oltre 2 mesi i tempi fossero maturi per seppellire l’ascia di guerra, ma evidentemente per te non è così. Quando avrai superato la cosa, io sono qui.

        "Mi piace"

      4. Non ho nessuna ascia di guerra mal seppellita, mi sembrava che nella risposta fosse piuttosto chiaro dal momento che avevo appunto scritto che eri il benvenuto nel blog (blog che condivido con un’amica) e che avrei letto I tuoi post. Ma pecchi di presunzione, peccato, a volte c’è chi lascia correre e non prosegue per educazione, non era mio il blog. Io ho superato la cosa, ti auguro un buon pomeriggio. Rimani pure dove sei, non mi è mai piaciuto il pugilato.

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.