Sopra la mascherina

Occhi

Li ho sempre al centro dei miei pensieri, e sì che sono lì e mi osservano e osservano e io ne ho cura proprio perché sono così fragili.

Sono sempre stata maniacale nell’attenzione, a detta di chi mi conosce eccessiva, a volte ci ho scherzato su Sono miope, cosa ci posso far…ma anche quando sorrido e rido, prendo tutto sul serio.

Non ho quindi trovato così assillante la richiesta, il consiglio, quasi l’obbligo di lavare le mani e di non toccare bocca, naso e…occhi! Io che ero restia a farlo anche in tempi tranquilli, quando tutti non si preoccupavano più di tanto, e io invece vedevo, nonostante la miopia, potenziali pericoli microscopici.

Ora osservo occhi che spuntano dietro a mascherine, occhi che seri si guardano intorno, a volte malinconici, a volte tesi, o che finalmente sorridono, riprendono lo spazio e catturano l’attenzione di chi con più accortezza studia un volto proprio perché più coperto e non viene distratto dall’ovale, da un naso più o meno importante, da un neo, un brufolo rosso, da labbra tese o sorridenti, dal mento che trema di rabbia o commozione.

Solo occhi e una fronte che li segue e si stende e si corruga in un moto improvviso o dolce perché gli occhi sono affacciati sulla strada che percorrono, sui piedi che scendono una scala, sulla mano che fruga nella borsa, oppure si perdono a cercare lontano e poi più su dove una nuvola pare allontanarsi, infine tornano a concentrarsi tra affanni e caldo perché quella mascherina e lì a ricordare che c’è un filtro tra noi e il resto, e lui, e lei e tutti.

Occhi piccoli, per lo più curiosi e ridenti, a volte bagnati dalla lacrima di un capriccio, o adoranti, come solo gli occhi dei bambini riescono ad essere, pronti ad amare sempre e entusiasti nel seguire la narrazione di una nuova avventura.

E così mi concentro a catturare le emozioni di questi piccoli occhi e di chi mi sta di fronte e mi parla, perché spero sempre di intravedere un segnale provenire da quelle piccole increspature, ricami del tempo che decorano lo sguardo.

Poi torno a casa, lavo bene le miei mani e tolgo finalmente la mia mascherina e mi guardo.

7 pensieri riguardo “Sopra la mascherina

  1. lavarsi le mani spesso? Sempre fatto. Quindi non mi costa nulla farlo un po’ di più adesso. Bocca, naso e occhi? Salvo impellenti motivi ho sempre evitato di farlo. La mascherina? Non mi dà molto fastidio in sé ma finendo sotto gli occhi mi toglie la visione verso il basso. Ho una visione periferica eccellente sia di lato che sopra e sotto. Qualsiasi cosa me la limtia mi dà fastidio.
    Non stai male con la mascherina

    Piace a 1 persona

    1. Certo non si sta male tanto il viso è coperto eheheh! A parte gli scherzi, bisogna abituarsi perché in effetti limita la visione verso il basso, ma per ora è utile e si indossa 😉

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.