La fête De la Saint-Jean

Opera di Jules Breton…

“Il quadro in cui (…) le ragazze continuano a ballare intorno a un falò della festa di San Giovanni. (…) Anche un solo passo ci permette de eludere la disperazione e trovare rifugio. Anche un solo movimento, la curiosità o la necessità di andare a trovare qualcuno, una persona che pensiamo ci possa aiutare, che un tempo abbiamo incontrato e a cui guardiamo con ammirazione. Un solo passo ci dà modo di metterci in viaggio, anche se poi attraverso quel piccolo moto saremo portati a scoprire che forse non avevamo così bisogno di cercare quella persona, di ascoltarne le parole o sentirne l’abbraccio. Perché qualcosa di inatteso accade, ci svia da quell’obiettivo e ci impone una sorta di risveglio e attenzione, di compassione e cura.”

(Tratto da Controvento di Federico Pace)

 

8 pensieri riguardo “La fête De la Saint-Jean

  1. Gabriella, non so perché ma questo quadro mi ricorda il girotondo delle fanciulle di pietra che abbiamo per caso incontrato in Cornovaglia vent’anni fa durante il nostro girovagare per la campagna!

    "Mi piace"

      1. Per la notte di San Giovanni a Cesena e dintorni si facevano strani riti per divinare il futuro. La chiamavano la notte delle streghe. Non so se la festa è rimasta come ricordo, perché sono molti anni che non abito più lì.

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.