Piemonte, tra castelli e laghi

I gioielli della nostra regione

Nei giorni scorsi abbiamo risposto con entusiasmo all’iniziativa di un’amica che, ancora in tempi non sospetti, voleva realizzare un “articolone” con proposte turistiche per i ponti del mese di Aprile. Silvia Ceriegi nel suo Trippando lascia sempre spazio alle idee dei suoi followers e non è la prima volta che collaboriamo con lei ai suoi articoli.

Se siete curiosi di leggere il risultato di questo bel lavoro pubblicato ieri basta che clicchiate qui: Dove andare a Pasqua e per i ponti di Primavera: 20+ idee in Italia e oltre.

Questo è il nostro contributo.

Quando abbiamo pochi giorni di vacanza, noi solitamente ci dedichiamo alla visita di luoghi facilmente raggiungibili in macchina o in camper.

Abitiamo in Piemonte e la primavera è la stagione ideale per visitare i laghi del nord della regione.

Dedicate un giorno o due al Lago d’Orta: fermatevi ad Orta San Giulio per visitare il suo borgo chiuso al traffico, e prendere uno degli innumerevoli traghetti che vi portano all’Isola di San Giulio dove svetta il bel campanile della sua Basilica.

Tornati sulla terra ferma, da lì è possibile raggiungere in circa mezz’ora di auto il lago Maggiore, iniziando la visita da Arona con il suo centro storico, il bel lungo lago e poi il “San Carlone”, l’enorme statua dedicata a questo santo che si può scalare dal suo interno.

Percorrendo la statale che fiancheggia il lago si incontrano paesi diversi e tutti bellissimi: Stresa, Baveno, Cannobio e, se avete tempo e voglia, potete anche raggiungere la Svizzera e la splendida Locarno. Immancabile la crociera alle isole Borromee.

Sia che abbiate poco tempo o che possiate concedervi qualche giorno in più di vacanza, questi due laghi, soprattutto col bel tempo, non hanno nulla da invidiare al mare.

Se invece amate i castelli, in Piemonte non avrete che l’imbarazzo della scelta. Potete dedicarvi alle Residenze Sabaude, pensate che sono ben 22!

Alcune non sono visitabili o lo sono soltanto in alcuni periodi dell’anno. In ogni caso visitare tutte quelle che si trovano a in Torino e o nei dintorni richiede più giorni. Vi consigliamo di iniziare a Torino con Palazzo Reale e Palazzo Madama nell’elegante Piazza Castello, e di proseguire in collina con Villa della Regina che, pur essendo un po’ trascurata, offre scorci panoramici sulla città molto suggestivi.

Nella prima cintura suggeriamo: il Castelli di Stupinigi e Racconigi, la Reggia di Venaria Reale con il Castello della Mandria.

Se poi vi avanza tempo, non sprecatelo perché… ne avete ancora altri 15!

7 pensieri riguardo “Piemonte, tra castelli e laghi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.