Quando i Social influenzano le tue scelte

Effetto emulazione

È un fenomeno sempre più diffuso, la società attuale è caratterizzata da un aumento vertiginoso di movimenti e opinioni populiste e se fino a qualche decennio fa i cretini si esprimevano, a loro rischio e pericolo, tra i tavolini dei bar, oggi lo fanno attraverso i post. E parlano più forte, e dettano le leggi, e dettano le mode.

Noi, che ci reputiamo più intelligenti, pensiamo di essere al di fuori di queste dinamiche, esterniamo giudizi, dettiamo rimedi e scuotiamo la testa.

Poi un giorno, ci accorgiamo, magari in maniera meno devastante e negativa, che anche noi ci siamo cascati: ciò che non ci è mai interessato, ciò che non volevamo ci interessasse è entrato a far parte della nostra giornata.

Eccomi qui davanti allo specchio ad occuparmi della mia “beauty routine”.

Spero sia chiaro che la mia introduzione era volutamente ed ironicamente molto sofferta, ma oggi davanti a questo specchio, guardando i miei prodotti di bellezza… mi sono chiesta: “Perché?”.

Perché mi sto alzando un quarto d’ora prima per dedicarmi a questo rituale? E lo faccio pure la sera prima di coricarmi: io che mi alzavo con le striature nere di matita sbavata sul cuscino!

Perché sto guardando tante stories su Instagram dedicate ad un argomento, la cura di sé, che fino a poco tempo fa consideravo una perdita di tempo: un po’ di correttore, un filo di matita, capelli puliti ma non esageriamo con la parrucchiera e via… verso altri lidi!

Perché l’acido ialuronico è diventato più importante di quello folico? (Non c’entra ma non sapevo come introdurre il primo). Dimentico la vitamina D contro l’osteoporosi, ma non di usare il siero anti età?

C’è stato un momento, all’inizio dei miei 50 anni, che ho realizzato con piacere e soddisfazione, che certi argomenti non mi interessavano più, mi sentivo affrancata da certe dinamiche femminili.

Non mi interessava più cercare di essere carina per piacere agli uomini ed essere in competizione con tutte le altre donne, ma volevo solo sentirmi bene con me stessa e quindi poco trucco, quanto basta per compensare i cedimenti dell’età, nuovi interessi e un buon libro.

Trovavo assurdo chi, alla mia età, si imbarcava in storie d’amore parallele, quando un week end con le amiche ti dà più soddisfazione… (questo lo penso ancora!).

Finalmente non mi importava neppure l’avere un sorriso imperfetto che da sempre mi ha tormentato e causato disagio: sono io anche con questi denti!

Oggi mi scopro più fragile e più frivola, se così si può dire. Soffro il tempo che passa, mi scopro a sognare davanti ad un film d’amore e sto cercando un dentista che faccia miracoli.

Alt! Resto una persona riservata e, conoscendomi, una che difficilmente si esporrebbe come fanno tante signore che seguo con piacere sui social. Ascolto con interesse i loro consigli di bellezza, perché ne ho bisogno (e non psicologicamente) ma non penso che mi farei fotografare in pose sensuali e abiti succinti: il mio fisico risente di qualche mangiata di troppo e in realtà, anche avessi il loro corpo sicuramente tonico e armonioso, non mi interesserebbe metterlo in mostra, semplicemente voglio altre cose.

Troppo spesso sento la parola “giovanile”: “vesti in maniera giovanile, ti comporti in maniera giovanile, è molto giovanile”. Che parola triste: racchiude un sunto di ciò che la mia generazione fa. Cerca di apparire giovane, con atteggiamenti e comportamenti che se a trent’anni sono comprensibili a 50/60/70 sono…. giovanili.

Sono preoccupata, perché se continuo cosi, finirà che anche io mi rivolgerò ai mental coach e lo pagherò profumatamente perché mi canti: “Se sei felice tu lo sai batti le mani (clap clap), se sei felice tu lo sai batti le mani (clap clap), se sei felice tu lo sai e mostrarmelo dovrai, se sei felice tu lo sai batti le mani (clap clap)…

35 pensieri riguardo “Quando i Social influenzano le tue scelte

  1. Dopo i 50 si incomincia ad avere una visione diversa di ogni cosa. Quella che tu ora chiami frivolezza non è altro che la consapevolezza di essere invecchiati e che ci si può permettere qualsiasi cosa che ci faccia stare meglio, che sia un rossetto o un buon dentista, tanto sappiamo bene che l’età qualunque cosa possiamo fare è dipinta con vera maestria sul nostro viso

    Piace a 1 persona

      1. Hai detto bene! Sono d’accordo con quanto avete detto sinora. Si dovrebbe fare ciò che può far stare bene. Però certe cose non si possono proprio vedere………. e fu così che Mary e Gabry diventarono ballerine di lap dance. 😱😱😱 Noooooo…..

        "Mi piace"

      1. Infatti, però più che i sieri vari che proprio miracoli non possono fare, bisogna concedersi del tempo con chi ci fa stare bene😉

        "Mi piace"

  2. Io più che dai social mi faccio influenzare dalla pubblicità. Attenzione: non intendo dire che le pubblicità mi convincono facilmente a comprare qualsiasi cosa, ma che grazie ad esse vengo a conoscenza di tanti prodotti e opere d’arte che altrimenti non arriverebbero mai alle mie orecchie. Ad esempio, uno dei film più belli che abbia visto negli ultimi anni (Codice 999) lo scoprii unicamente grazie ad un banner pubblicitario su Internet. E’ capitato anche a te di fare delle scoperte così fortunate?

    "Mi piace"

    1. In realtà sì. Spesso ho seguito pubblicità e ho scoperto luoghi o mi sono avvicinata a tematiche che fino a quel momento mi erano sconosciute. Io che sono appassionata di tecnologia, ho spesso scoperto novità, che magari non ho mai comprato ma che mi hanno aperto nuove conoscenze. Paradossalmente, sia i social che la pubblicità, mi aiutano a restare più vicina alla realtà dei miei figli. Nel mio articolo, ironizzo molto su questa situazione, ma in realtà non la vivo con disagio. L’importante è mantenere i piedi per terra… almeno in questo!

      Piace a 1 persona

  3. per me è importante quello che penso io e non quello che pensano gli altri. Sono in inoiranza? Non importa, quello che conta è stare bene con se stessi e con chi abbiamo empatia.
    Tutto il resto non conta.
    Non frequento Twitter, anzi dopo quattro anni di inattività mi bannato e chi se ne frega, facebook, istangram e altri. Il telefono lo uso per telefonare e non per essere tediato da notifiche o altro.
    Sono un orso? Ebbene, sì 😀

    "Mi piace"

  4. A me piace star bene con me stessa, mi vesto, mi pettino e mi trucco come mi vedo e mi sento “più io”. Io seguo un poi’ tutto, per restare immersa nella realtà, quindi anche le novità mi interessano e, a volte, testate, si dimostrano soddisfacenti. Senza pregiudizi, senza limiti d’età troppo rigidi.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.