Sogni e progetti

Il tutto e il niente: parte b

I sogni sono sogni e in quanto desideri, in parte non potranno essere realizzati.

Nascono e crescono in noi, poi con gli anni, la maturità e un pizzico di cinismo dovremmo trovare il coraggio di porci alcune domande. Non è stato possibile realizzarli? Non siamo stati in grado di batterci fino in fondo per essi? Non è più il momento giusto?

Allora lasciamoli andare, abbandoniamoli. Impieghiamo più energia ad essere scontenti che contenti. Ogni tanto ci ripenseremo, forse con un po’ con malinconia, ma non farà male.

Potremo fare spazio, chiudere un capitolo per iniziarne un altro, aprire un nuovo file, scrivere in una pagina bianca con una matita appena temperata.

Il vuoto che hanno lasciato i sogni perduti, lo spazio che abbiamo creato con la distanza, saranno colmati da nuovi desideri, da altri obiettivi, da differenti programmi.

Perché la distanza da un punto ci avvicina ad un altro.

Non sono niente.
Non sarò mai niente.
Non posso volere d’essere niente.
A parte questo,
ho in me tutti i sogni del mondo.
(Fernando Pessoa)

13 pensieri riguardo “Sogni e progetti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.