Viaggiare con le amiche

E non c’è niente di più bello dell’istante che precede il viaggio, l’istante in cui l’orizzonte del domani viene a renderci visita e a raccontarci le sue promesse. (Milan Kundera)

Lo scorso fine settimana io e la mia compagna di blog siamo riuscite finalmente a ritagliarci un paio di giorni tutti per noi, a mettere qualche chilometro di distanza tra noi e la nostra città, la nostra famiglia e gli amici che frequentiamo…non tutti in effetti, in quanto siamo diventate un terzetto femminile con una nostra cara amica comune.

Desidero partire: non verso le Indie impossibili o verso le grandi isole a Sud di tutto, ma verso un luogo qualsiasi, villaggio o eremo, che possegga la virtù di non essere questo luogo.
Non voglio più vedere questi volti, queste abitudini e questi giorni. (Fernando Pessoa)

Non è stato così importante decidere la meta, più pressante era il desiderio di stare insieme senza il problema del tempo, del pensiero di dover adempiere agli impegni giornalieri. Libere per alcune ore di non avere ruoli, se non quello di essere donne e amiche che si vogliono bene e si stimano.

Ho scoperto che non c’è alcun modo più sicuro per scoprire se la gente ci piace o la si odia, che viaggiare con loro. (Mark Twain)

Abbiamo scelto Bologna, chiamata “la Dotta la Grassa la Rossa”, perché è la sede della più antica Università del mondo occidentale, perché sono note le tradizioni della sua gustosa cucina e rosso è il colore delle sue torri e dei suoi palazzi medioevali. Città adatta ad essere visitata tranquillamente a piedi non soltanto per le aree pedonali, ma perché percorsa da circa 53 km di portici che la rendono la città più porticata d’Italia – e noi che pensavamo che Torino ne avesse di più! –

Bologna è una vecchia signora dai fianchi un po’ molli col seno sul piano padano ed il culo sui colli (Francesco Guccini).

Siamo andate a zonzo per ore, accompagnate dalle nostre parole e con il naso all’insù, e non è così semplice! Ammirando i portici, i palazzi, le torri… ma confessiamo che proprio non ce la siamo sentite di salire i 480 scalini della Torre degli Asinelli, abbiamo una certa età!

Abbiamo passeggiato sotto i portici dell’Università, centro vitale di cultura e gioventù, visitato la Basilica di Santo Stefano, il Palazzo dell’Archiginnasio, sede dell’antica Università, e il suo Teatro Anatomico

Ci siamo sedute sugli scalini del Palazzo del Podestà, di fronte alla Basilica di San Petronio, in piazza Maggiore, mentre qualcuno cantava…

Tutto è stato accompagnato dal Sangiovese, dai sapori tipici del territorio e dalle proposte alternative anche per chi è vegetariano.

Ciò che ci ha molto colpite è stato il numero di persone sedute all’aperto, che si riversavano nelle strade e soprattutto il fatto che fossero giovani, tanti tanti tanti. Ci siamo ritrovate casualmente in un altro punto della città, via del Pratello, una delle vie più vivaci della vita notturna giovanile, abbiamo camminato e camminato tra tantissimi giovani, studenti, che mangiavano, bevevano, chiacchieravano e ridevano.

Io sono in genere quella che esce dal coro di coloro che si lamentano di tutta questa gioventù così nottambula, mi rendo conto che il riposo notturno è importante, va rispettato, ma non riesco mai ad essere completamente negativa nei confronti di chi ama incontrarsi e vivere anche la notte. Anche io ho avuto sotto casa un circolo che non era a norma per quanto riguardava l’acustica, ma se ascolto musica e risate, mi rallegro anche io  – ammetto di avere qualche rimpianto per aver vissuto una gioventù più regolare…ma non ditelo alle mie ragazze! –

Diversivo, distrazione, fantasia, cambiamenti di moda, di cibo, amore e paesaggio. Ne abbiamo bisogno come dell’aria che respiriamo.
(Bruce Chatwin)

Si sono consumate in fretta le ore trascorse in compagnia, davanti ad una tazzina di caffè e ad una crostata, con Gabriella che mi punzecchiava perché io sono quella del cibo biologico, pochi zuccheri nei dolci con farina integrale. Prima di partire aveva richiesto che il dolce che avrei preparato per la colazione avesse zucchero a sufficienza. Meno male che la nostra terza amica condivide le mie scelte alimentari!

La colonna sonora di quelle ore sono state le canzoni di Lucio Dalla, dalla finestra del piccolo appartamento che avevamo preso in affitto potevamo vedere la sua abitazione, che però è possibile visitare soltanto al venerdì, ricordatevelo se desiderate andarci, noi purtroppo non abbiamo fatto in tempo.

Il viaggio è terapeutico, io non sono una fautrice del viaggiare in solitaria, che ormai veramente moltissime donne scelgono, ma della buona compagnia, che è fatta sì a volte di piccoli compromessi, ma che regala momenti di profonda condivisione di emozioni e confidenze e anche di necessari silenzi. Ho viaggiato con delle amiche e ho sentito questa città antica ma con un’anima giovane, amica. Mi è rimasto quel desiderio di tornare, di esplorare ancora una realtà quotidiana che non è la mia, ma che lo è stata per un breve periodo.

Le città sono sempre state come le persone, esse mostrano le loro diverse personalità al viaggiatore. A seconda della città e del viaggiatore, può scoccare un amore reciproco, o un’antipatia, un’amicizia o inimicizia. Solo attraverso i viaggi possiamo sapere dove c’è qualcosa che ci appartiene oppure no, dove siamo amati e dove siamo rifiutati.
(Roman Payne).

Un altro ricordo si è consolidato tra quelli che abbiamo raccolto in questi anni, non per fermarci ma per dare nuova linfa alla nostra voglia di cercare e creare altre occasioni che si trasformeranno in desideri realizzati e infine ricordi.

Una volta che hai viaggiato, il viaggio non finisce mai, ma si ripete infinite volte negli angoli più silenziosi della mente. La mente non sa separarsi dal viaggio.
(Pat Conroy)

7 pensieri riguardo “Viaggiare con le amiche

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.