Un’estate bollente

Hanno detto che lo scorso mese di luglio è stato il più caldo dalla notte dei tempi. Ilaria Corona ci spiega come combatte gli inevitabili disagi…

Ci hanno avvisati da una settimana che sarebbe arrivato l’anticiclone africano Ugolino, ma io mica l’avevo capito che avrebbe alloggiato a casa mia.

Questa mattina alle 6.00 mi son svegliata, il busto si è alzato perpendicolare alle gambe e la testa ha ruotato di 180 gradi verso mio marito.

– “Che c’è? Perché l’armadio scricchiola?”

– “Non è l’armadio è il mio collo. Perché hai chiuso la finestra? Non respiro”

– “E’ aperta…non respiri perché è arrivato Ugolino con la febbre alta e si è portato dietro Lucifero per tenergli il termofungo. Non sia mai che prende un colpo d’aria”

Il suono della sua voce mi giungeva ovattato. Poi ho aperto un occhio e l’ho visto. Aveva la testa dentro la borsa frigo del mare e i siberini sparsi sul corpo.

– “Ho bisogno di bere” – ho detto e mi sono alzata, ma il collo non son riuscita a rimetterlo dritto per colpa del tasso di umidità da sauna e ho raggiunto la cucina di fianco, come un’egiziana.

Ho aperto il frigo e una mano mi ha passato il latte.

– “No, acqua”

Era mio figlio, il maggiore che dormiva con una birra tra le cosce e un’anguria per cuscino.

– “Attento alle uova…”

– “Tranquilla, la birra le tiene fresche”

– “Non le tue, quelle della gallina, non romperle”

E ho chiuso. Ho aperto il freezer convinta di trovare mio figlio minore ma c’erano solo le patatine prefritte. Le ho prese e abbracciate e tornando a letto ho intravisto mio figlio minore steso per terra come una stella marina.

A letto nonostante la busta di patate prefritte in testa, mi è apparso Satana con le infradito al posto degli zoccoli e un asciugamani bagnato avvolto in testa.

– “Hai visto mio figlio?”

– “Il grande è nel frigo, il piccolo sul pavimento”

– “Non loro, il mio mio… Lucifero”

– “Dal caldo credo stia panificando col forno acceso”

– “Ha fatto un casino, è venuto qui e ora all’inferno stanno tutti festeggiando rinfrescandosi nella lava fresca. Vado a cercarlo.”

– “Sa’?”

– “Eh?”

– “Appena lo trovi, vi portate via anche queste zanzare succhiasangue?”

– “Equitalia?”

– “No, le zanzare tigre”

– “Ah non cercatemi, ha fatto tutto quello con la barba bianca e l’arca”

Intanto mio marito si è alzato con tutto l’ambaradan sbrinato, io ho cercato refrigerio sotto la doccia e ho trovato il gatto nel bidè tutto cosparso di schiuma da barba e la lametta nella zampa.

– “Mi sa che mi lascio la cresta” – mi ha detto e si è trasformato in uno sphynx punkabbestia.

Alle 13.00 Lucifero ha acceso il barbecue sotto la finestra e ha arrostito due giri di salsiccia, sei pancette e quattro vegani. Poi non contento ha dato fuoco a un quintale di pellet.

Il ventolino ha chiamato il sindacato: –  “voglio aprire una vertenza, qui sono in straordinario e non mi pagano gli extra. Se continua così mi metto in malattia, anzi! Mi faccio mettere incinto, poi vediamo”

Alle 16.00 mio figlio ha pianto e il fratello si è lasciato bagnare dalle lacrime.

– “Papà, abbiamo caldo!!”

– “Ringraziate vostra madre che mi ha fatto smontare il climatizzatore e non me l’ha fatto rimettere dicendo che <tanto non ci serve>”

– “Dai esagerati non c’è poi così caldo” – ho risposto io cercando di scuoiarmi come un coniglio con il coltellino svizzero.

Alle 19.00 sono andata in macchina per vedere quanti gradi segnava il termometro, ho fatto pure la foto col cellulare per postarla su facebook, come estate comanda, ma si è incendiato e non ho potuto postare nulla.

Ora comunque vado a fare la sesta doccia, l’ultima volta la cornetta vedendomi nuda così spesso in un giorno solo mi ha detto: – “Ma oggi ci stai provando? No perché sappi che ho mal di testa.”

Ha detto Lucifero che se vi serve sta infornando le pizze, oggi alla diavola.


Ilaria Corona –
www.facebook.com/Ilaria-Corona-686662048374490/

4 pensieri riguardo “Un’estate bollente

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.