Prepariamo la valigia…aiuto!

Non so voi.

Io amo viaggiare…ma non fatemi preparare i bagagli!

Non sono una ragazza di questi tempi, pronta con lo zaino in spalla con poche e utili cose. Ho sempre il dubbio di dimenticare qualcosa!

Gli anni dei peggiori incubi sono stati quelli con le bimbe: body, magliettine, canottierine, pantaloncini, vestitini, felpine, cappellini, calzini, costumini, pannolini, asciugamanini, lenzuolini, cuscini, cremine, medicine, giochini, passeggino, lettino… tutto appariva piccolino, in realtà era una montagna mostruosa! Bisognava caricare l’auto in modo strategico, quando poi non si partiva con farine, pastine, omogeneizzati vari perché si andava all’estero e si aveva il dubbio di non trovare quella marca lì, proprio quella e chissà a quale prezzo.

Quindi al controllo bagagli sudori freddi per il peso, scoprendo una volta arrivati che sarebbe convenuta la spesa all’estero!!!

Con il trascorrere degli anni è stata una liberazione non dover pensare ad una lunga lista del genere, ma la montagna non è diventata una collina , immaginate: tre donne e tre liste!!!

Con il tempo siamo migliorate, direi che la piccola di casa, in barba ai vari video che troviamo su YouTube, ha ideato il suo metodo e ha una piccola valigia ben organizzata… ciò che non ci sta, lo rifila a me!

Io comunque non sono convinta dei 7/10/15 trucchetti che ci vengono svelati dai vari viaggiatori e dalla famosa Marie Kondo. Certamente occorre essere essenziali, ma dipende sempre dai giorni, dalla stagione e dalla meta. Chi fa cubi, chi lascia pantaloni e vestiti lunghi fuori dal bordo della valigia e poi chiude tipo sandwich, chi arrotola arrotola arrotola. Va bene con un maglioncino, ma la camicetta che si stropiccia?

Ammettiamolo, tutti tendiamo a portare quel qualcosa in più…perché non si sa mai!

Insomma non ho fatto abbastanza tesoro dell’esperienza. In ogni caso, qualunque sia la meta, in borsa non manca mai la mia piccola moka e il caffé! Dopo un viaggio, dovrò pur riprendermi con una tazzina di caffè prima di iniziare il processo inverso, ovvero disfare i bagagli!

Ora vi lascio, allora spuntiamo: penna, block notes, libri, auricolari, carica batteria, adattatore, forbicine, lima, occorrente per il cucito, cotone, latte detergente, sapone, spazzola, pinzette……………………

15 pensieri riguardo “Prepariamo la valigia…aiuto!

  1. Dal 5 novembre 2018 ho venduto definitivamente l’auto.
    Con l’auto era possibile infilare da qualche parte un qualche sacchetto… ora viaggio con mia moglie e rigorosamente coi mezzi pubblici.
    Quindi? È importante preparare il minimo nel minimo spazio.
    Buon Pomeriggio.
    Quarc

    P.S.: Sono contento di aver venduto l’auto.

    Piace a 3 people

  2. un aspetto quello della valigia che non ho mai capito.
    Io poche cose, mia moglie e mia figlia l’intera casa. Al rientro metà di quello portato in giro ritorna non usato.
    Il dramma maggiore si è svolto con loa figlia piccola. Il baule della macchina pieno più altre cose nell’abitacolo. Un vero delirio.
    Quindi leggendoti ho sorriso, perché le donne sono inguaribili

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.