Viaggio poetico

Ogni tanto dovremmo passeggiare nella nostra città con lo sguardo del turista.

Il turista cammina con il naso all’insù, osserva palazzi, portoni e finestre, cerca di arrivare ai terrazzi dai quali spuntano fiori e foglie. Guarda le facciate delle chiese, si sofferma sulle sculture, allunga la propria visione ai campanili. Passeggia osservando strade, piazze, monumenti, si confonde con i residenti, osserva le vetrine cercando qualcosa di particolare. Si siede all’aperto, ai tavolini del centro storico per mangiare e bere qualcosa e intanto mescolare i suoi pensieri alle parole che ascolta. Il turista cerca un angolo particolare, un cortile, un lampione, un giardino fiorito, una fontana, qualcosa di originale da fotografare.

Marina Grey ogni tanto si sveglia turista, guarda con occhi nuovi le vie familiari nelle quali troppo spesso passa di corsa, ogni giorno qualcosa di nuovo può sfuggire.

È per questo che si è fermata nella storica piazza Carlo Alberto nella quale fa bella mostra la statua equestre di Carlo Alberto di Savoia. La piazza è circondata da importanti edifici: Palazzo Carignano, esempio di architettura barocca e sede del Museo nazionale del Risorgimento italiano; la Biblioteca nazionale universitaria nell’edificio costruito nell’area delle ex scuderie di Palazzo Carignano; Palazzo Campana sede universitaria del dipartimento di Matematica. Si sofferma davanti ad una targa posta su di un edificio tra la piazza e via Carlo Alberto, la targa ricorda che in un appartamento ammobiliato del terzo piano ha soggiornato per circa sei mesi il filosofo Friedrich Nietzsche.

Qualcosa di poetico colpisce Marina, un’installazione di Rodolfo Marasciulo, il giardiniere del Comune di Torino che da alcuni anni crea allestimenti per le aiuole con materiali di recupero. Sono opere che evocano sogni, magie, favole come questa fata che legge un libro davanti alla Biblioteca Nazionale.

Con questa immagine Marina corre via, ha un appuntamento, cercherà ancora le altre installazioni disseminate nella città, per fermare un attimo il tempo, perché anche nella fretta di ogni giorno dobbiamo ricordarci che possiamo essere turisti e possiamo regalarci un piccolo viaggio in un’altra dimensione.

15 pensieri riguardo “Viaggio poetico

  1. Tra le città del Nord è molto bella anche Udine: per la sua bellezza estetica, per il suo essere molto giovanile e soprattutto per la socievolezza dei suoi abitanti, davvero inusuale per il Nord Italia.
    P.S.: Anch’io ho appena sfornato un nuovo post molto ironico… spero che ti strappi qualche risata! 🙂

    Piace a 1 persona

    1. Sicuramente son tutte belle le città, ognuna ha le sue caratteristiche da scoprire. In questo progetto ci dedicheremo a raccontare qualche angolo, qualche chicca di Torino e dei suoi dintorni. È ancora troppo presto parlare di tutto il nostro paese. Un domani, chissà! Farò j a capatina per leggere e magari farmi una risata
      😉

      "Mi piace"

      1. In realtà di posti orrendi ce ne sono eccome. Ad esempio, una volta ho visitato San Benedetto del Tronto, e sono rimasto sbalordito dalla sua inefficienza: sono andato a far colazione nel miglior bar del paese, e faceva cagare; sono andato a pranzo e a cena in 2 dei ristoranti più quotati su Tripadvisor, ed è stato un pasto da dimenticare in entrambi i casi; sono andato a dormire in un albergo anch’esso quotatissimo, e sono tornato a casa con LE PULCI (probabilmente si erano annidate nel letto). Una roba così non mi era mai capitata neanche nei peggiori B&B. Aspetto di leggere i prossimi post su Torino: del Piemonte ho visto solo Ceva (molto bella tra l’altro), quindi son proprio curioso di conoscere meglio la tua regione! 🙂

        "Mi piace"

      2. Allora sarà peggiorata negli ultimi anni, perché ti assicuro che è indifendibile anche per un turista poco esigente come me. È di gran lunga il posto più brutto che abbia visto in Italia, e tieni di conto che ho visitato ogni regione tranne le isole e la Valle d’Aosta. La tua esperienza migliore e peggiore invece qual è stata?

        "Mi piace"

      3. Che strano, San Benedetto ha un lungomare tra i più belli d’Italia! Non mi viene in mente nulla di particolarmente negativo, sicuramente ci sono stati luoghi che mi sono piaciuti di più e altri di meno. Non impazzisco per la riviera romagnola, ma ammiro l’organizzazione dei romagnoli. Amo molto le isole, mi piacerebbe visitarle tutte, italiane e non. Chissà!

        "Mi piace"

      4. In Romagna ho passato le Estati migliori della mia vita. Come hai detto tu, il punto di forza di quel territorio è proprio l’organizzazione dei romagnoli, e soprattutto il loro carattere espansivo. Vai in un albergo romagnolo, e in pochi giorni conosci già tutto il personale e tutti i turisti; frequenti un bar, e nel giro di poco fai amicizia con il gestore, i camerieri e i clienti abituali; prenoti un ombrellone, e dopo qualche mattinata a prendere il sole hai già creato un minimo di rapporto con i proprietari del bagno, i baristi, i bagnini e metà dei bagnanti.
        In Romagna se stai in vacanza 10 giorni conosci 50 persone. E se sei fortunato/a di queste 50 conoscenze almeno 2 o 3 riesci a trasformarle in delle vere amicizie, che puoi riprendere l’ Estate dopo o, nei casi migliori, mantenere anche durante l’ anno.
        E il bello é che i romagnoli hanno quest’ atteggiamento aperto e amichevole nei tuoi confronti non per interesse, ma perché fa proprio parte della loro indole essere così socievoli nei confronti del prossimo.
        Dopo che sei stato in vacanza da loro, poi da qualsiasi altra parte ti trovi male, perché anche se vai in un posto cento volte più bello non troverai mai lo stesso calore umano, la stessa atmosfera che loro riescono a creare senza il minimo sforzo, semplicemente essendo se stessi. Sei d’accordo?

        "Mi piace"

      5. No😂… nel senso che convengo con te che siano ottimi organizzatori e che abbiano un carattere aperto ed ospitale. Ma io non sono da vacanze in albergo, diciamo non da stessa spiaggia e stesso mare come in una famosa canzone. Per me la vacanza è sinonimo di viaggio, di scoperta, troppo ferma non so stare. Poi potrei dirti che l’ultima vacanza più bella è stata nel Cilento e a Napoli, il sud è accoglienza all’ennesima potenza😉

        "Mi piace"

      6. A Napoli ci sono stato per la prima volta giusto l’anno scorso. Alla pizzeria Sorelle Bandiera mangiai una delle migliori pizze della mia vita: se non ci sei mai stata, devi andarci assolutamente! 🙂

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.