Buon lunedì!

In genere sono allergica ai vari buon qui e buon là che compaiono sui social, però ogni tanto cambiare idea non è sbagliato. Anzi!

Questo augurio è particolare, che non sia quello giusto?

A voi l’ardua sentenza! Io intanto ci ho provato…

 

Fridays for Future

Oggi sciopero globale degli studenti

La giovane attivista svedese Greta ha risvegliato nei suoi coetanei il desiderio di un futuro diverso, migliore, e la consapevolezza che l’unione e la tenacia sono una grande forza motrice.

Non so se effettivamente nascerà qualcosa di concreto, se effettivamente queste istanze saranno accolte da chi ha il potere decisionale, tuttavia i nostri ragazzi, tutti questi ragazzi, hanno bisogno di sentire che noi adulti, spesso delusi e frustrati nel non essere riusciti a fare la differenza, crediamo nelle loro capacità.

Ora tocca a loro!

Greta-Finlandia.jpg

L’8 marzo per noi

Oggi si sprecheranno le mimose, fiore che comunque ci fa piacere ricevere.

Si sprecheranno le frasi e le poesie che decantato la beltà e la leggiadria femminile. Un po’ ci sono venute a noia.

Ascolteremo messaggi di personaggi vari che elencheranno i loro buoni propositi per tutelare maggiormente le donne in ambito lavorativo e privato. Quanto dobbiamo crederci?

Ieri un’altra donna è stata uccisa dal proprio compagno.

Poi abbiamo riletto le parole di una donna minuta e tenace, dovremmo riconoscerci in queste parole e ascoltare l’esortazione a non arrendersi mai!

L’amicizia femminile

Si avvicina l’8 marzo e io ritrovo questi miei pensieri di un paio di anni fa…

poster edge

Mi ritengo fortunata… anche se non sono nata ricca eheheh! Non ho mai vinto nulla al gioco, i cosiddetti gratta e vinci sono per me qualcosa di misterioso.

Non sono una donna in carriera, non sono particolarmente alta, non ho lo stacco di coscia, non ho occhi chiari da gatta, non credo nella seduzione del tacco vertiginoso…insomma sono nella media ma…ho buone amiche.

Che sia stato il caso a regalarmele? Ci sono stati tempi, luoghi e oggetti che hanno creato l’incontro: la scuola, il lavoro, una spiaggia, un tavolo in una sala d’albergo, un corteo. Ci sono miriadi di possibilità, di inizi, e in questo calcolo delle probabilità è il tempo che ci dà poi la risposta certa…e noi. Noi che dobbiamo curare chi conosciamo, ascoltare, scoprirne le affinità.

L’amicizia può essere come l’amore, c’è un’attrazione iniziale, qualcosa di chimico, una cellula vitale che può dare vita a qualcosa di speciale, poi ci siamo noi. Noi che tessiamo un legame lungo una vita, a volte più duraturo di un amore.

Il tempo mi ha regalato qualche ruga e qualche acciacco, ma fortunatamente…(no basta menzionare la fortuna), anche un po’ di saggezza e la capacità di accettare le differenze, l’accettazione reciproca è, secondo me, la base dell’amicizia.

Sicuramente ogni rapporto ha una componente di rischio, ci sono infatti amiche che tradiscono il patto di sincerità reciproca e allora…pazienza, meglio che le persone e i fatti negativi si rivelino, è sempre valido il detto: “si chiude una porta, si apre un portone”. Ho fiducia quindi nell’animo femminile, nella complicità, l’amicizia è una cosa seria, essa acquista sempre più importanza proprio con il trascorrere degli anni.

Le amiche invecchiano insieme, hanno alle spalle storie da ricordare, storie sulle quali piangere o ridere, storie di coraggio e possono costruire nuove storie.

Negli ultimi anni ho realizzato che l’età matura può donare una certa libertà, certi vincoli diventano meno stretti e l’amicizia diventa ancora più preziosa.

Le mie amiche sono speciali e hanno reso speciale…per lo meno un pochino, anche me!

Blog su WordPress.com.

Su ↑