Quale sarà il senso di questo Natale?

Quale sarà il senso di questo Natale?

Ora che ci siamo scoperti così cattivi, così ignoranti, così aggressivi.

Ora che forse la nostra fede vacilla, che vogliamo il crocifisso nelle aule scolastiche ma non accompagniamo alla messa i nostri figli.

Ora che non abbiamo tempo per nessuno, tantomeno per i nonni e quella zia rimasta zitella e senza figli.

Ora che il mutuo da pagare, il contratto di lavoro non rinnovato e l’auto vecchia con la quale non si può più circolare non ci fanno più dormire.

Ora che bisognerebbe protestare civilmente per i propri diritti, ma proprio non ci va più l’ennesimo sciopero dei mezzi pubblici.

Ora che sappiamo nuovamente il significato della parola terrorismo. Ora che proviamo pietà a guardare i bambini affamati dell’altra parte di questo mondo, ma ingozziamo di patatine e merendine i nostri figli.

Ora che vogliamo la pace, ma che affondino barche, che chiudano porti, che costruiscano muri, che brucino le catapecchie, noi è mai colpa nostra. Che li aiutino a casa loro! Poi auguriamo le peggiori cose a una ragazza, una nostra figlia, che ha messo in pratica la parola aiuto.

Ora che siamo preoccupati della plastica che sta soffocando i nostri mari, però che noia raccoglierla e portarla nel giorno giusto negli appositi contenitori.

Ora che siamo delusi da questi politici così gretti e meschini, così spudoratamente bugiardi, dai quali però non riusciamo a prendere le distanze e ne abbracciamo il pensiero unico.

Non so rispondere a questa domanda, non so come sarà questo Natale, non riesco più a viverlo con leggerezza guardandolo solo attraverso gli occhi delle mie bimbe. Ora sono diventate giovani donne e sono proprio loro a ricordarmi tutto questo.

Avrò luci nella mia casa per illuminare questa mia famiglia alla quale dedicherò sempre la mia vita, avrò cibo da condividere con gli amici, con le amiche di una vita, con Gabriella. Correrò dietro alla figlia che da sempre si spende in volontariato e mi sta facendo comprare una quantità industriale di panettoni per una raccolta fondi. Non credo andrò a messa, ma guarderò ancora a quel bambinello nella capanna, spero nasca ancora, nonostante quello che siamo diventati, per ricordarci quello che invece potremo ancora essere.

 

23 pensieri riguardo “Quale sarà il senso di questo Natale?

  1. Uno spunto per riflettere, chiedersi perché si parla del bene soltanto in occasione del Natale… un momento per sentirsi uniti da una festa divenuta commerciale ma familiare… un momento per concludere il 2018 e prepararsi ad un nuovo anno..

    Piace a 1 persona

  2. Quante domande difficili poni a chi ti legge.
    Questo è il mio 83mo Natale. La prima volta c’era Mussolini, ora c’è Di Maio e Toninelli… con tante stelle.
    Circa il problema della plastica, ne ho scritto un pochino nel mio ultimo articolo.
    In ogni caso bisogna considerare il Natale come un giorno in cui va benissimo aver rispetto per gli altri e per tutto ciò che ci circonda.
    Buon Pomeriggio.
    Quarc

    Piace a 2 people

    1. Mi piacciono i lettori che rispondono alle domande difficili. Hai trascorso tanti Natali, te ne auguro ancora e ancora, non so quelli futuri chi avranno al governo, considerando i personaggi del tuo primo Natale e di quello presente…confido in quello futuro.

      Piace a 1 persona

      1. Ma certamente. Se si risponde, bisogna rispondere; non si deve rispondere senza rispondere… alla politichese. Ho risposto e mi ha fatto piacere farlo.
        Mi piacerebbe conoscere il tuo pensiero al mio ultimo articolo.
        Buona notte.
        Quarc

        Piace a 1 persona

    1. Diciamo sempre che il Natale è per i bimbi, perché facciamo nostre le loro emozioni, quelle che ormai non riusciamo più a vivere nello stesso modo. Non lasciamo scolorire nulla, abbiamo bisogno di nuova luce tutti quanti.

      Mi piace

  3. hai scritto bene: che senso avrà questo Natale in un mondo egoista, bigotto e ipocrita che finge carità ma augura la morte, che assiste impotente alla violenza dicendo che è giusta e potrei continuare. Così ognuno di noi si barrica nella propria casa pensando di lasciare fuori tutto il resto.
    Andare a messa? Perché? Perché solo a Natale e non gli altri giorni?

    Piace a 1 persona

    1. In realtà non voleva essere amaro, credo si debba riflettere proprio su questo per vivere il Natale in modo diverso…poi l’amarezza invece arriva all’indomani degli ultimi fatti di cronaca…

      Piace a 1 persona

  4. Lui nascerà.
    Nascerà ancora per dirci che se anche noi ci dimentichiamo del parente, dell’ amica, del vicino…insomma dell’ umanità che sta alla porta e bussa, Lui di noi non si dimentica.
    Ho letto il tuo post e ho gettato uno sguardo sul Natale a casa mia. Saremo in tre. Poi il Bambino e il presepe. E i cani.
    Il mio cuore penserà a chi manca e pregherò perché qualcun altro in futuro si aggiunga.
    Un abbraccio di speranza 💟
    Vicky

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.