Cosa cuciniamo oggi?

 

Questa mattina ho aperto Facebook e ho visto l’immagine di una colazione denominata paleofood.

Non avevo mai sentito parlare della dieta paleo, dieta non mirata alla perdita di peso ma adatta, pare, a chi soffre di una malattia autoimmune.

In un periodo in cui si fa un gran parlare di scelte alimentari salutistiche, etiche, mi rendo conto che ho ancora tutto un mondo da scoprire e sul quale ragionare.

In una famiglia ci si ritrova a cercare il giusto equilibrio…sempre con il dubbio di sbagliare.

In genere penso che tutto ciò che è più lavorato, raffinato, seppur buono, non fa proprio bene al nostro organismo. Ogni tanto però occorre mediare e fare strappi alla regola, considerando che – ahinoi – sono anche tante le regole e di nuovo ahinoi le ricette della nostra tradizione sono molto appetitose ma un attentato a tutte le regole di sopravvivenza.

Se poi prendiamo in considerazione blog e trasmissioni televisive che ormai sono proliferate come funghi – e sì che il paragone commestibile ci sta come il cacio sui maccheroni – ci vengono propinate: ricette cotte e mangiate, gare fra cuochi, gare fra aspiranti cuochi, cucine da incubo, chef che ormai sulle orme di Gordon Ramsay urlano e inseriscono nei loro discorsi imprecazioni che puntualmente vengono coperte da un bip. Per anni mi hanno perseguitato i pettini di mare e quando vedo un piccione mi si rizzano i capelli in testa, e io ho tanti capelli!

Cominciano a non essere più tanto simpatici questi super fighi chef sempre alla ricerca estrema del sapore e dell’estetica, che vogliono provocare emozioni…mah!

Il palato e l’occhio devono essere appagati dal cibo, ma non bisognerebbe esagerare, qualcosa di esso verrà comunque defecato!

Ogni tanto poi rimango allibita davanti ai video – spesso anche di altri paesi -, condivisi nei social, nei quali improbabili chef propongono ricette in cui abbondano: burro, formaggi, panature, fritture. Concedetemi di dissentire sulle loro qualità culinarie!

Così come mi stupisce l’aggressività delle persone che si dividono in fazioni carnivore o vegetariane e vegane, come se ognuna di esse fosse depositaria di verità, di certezze, dell’elisir di lunga vita.

Perché mai imporre una scelta alimentare, si dovrebbe spiegare, consigliare, soprattutto in un mondo nel quale si vogliono imporre: comportamenti, debiti, religioni, moda.

Ci vuole attenzione per ciò che mangiamo, non dimentichiamoci che c’è chi fa enormi sacrifici per avere un pasto al giorno.

Ricordo che molti anni fa, in un’intervista ai primi migranti albanesi, uno di loro disse che dall’Albania vedeva le pubblicità italiane sul cibo per gatti e quindi pensava che in Italia si vivesse molto bene: se c’era così tanto per i gatti, ci sarebbe stato tanto per le persone!

28 pensieri riguardo “Cosa cuciniamo oggi?

  1. Ho imparato subito a non guardare trasmissioni, video e similari sulla cucina, mangio ciò che mi piace evitando fritture e grassi ma non completamente altrimenti lo stomaco si disabitua. Tutto é diventato spettacolo o motivo di diatribe e polemiche, il buon senso è andato a farsi friggere e … non fa bene 🤣🤣🤣

    Piace a 2 people

      1. Quello che più mi ferisce è vedere fare pietanze, che vanno assolutamente fritte, al forno per essere “più leggere” 😨 . Cribbio! se vuoi stare leggera mangiati un’insalata, ma non mi rovinare la parmigiana di melenzane fritte! 🤣🤣🤣

        Piace a 2 people

      2. Hai ragione, ma ogni tanto è necessario alleggerire… La parmigiana mi piace fritta… Ma anche grigliata eheheh!

        Mi piace

    1. Pensa che comunque la dermatologa diciamo di famiglia, pro alimentazione come i nostri nonni (integrale, colazioni salate, carne, e io sono vegetariana) ha sdoganato il burro, purché di buona qualità, mi ha detto di fare i biscotti come facevano le nonne, col burro!

      Piace a 2 people

  2. Che devo dire io che predico il non spreco! Sono d’accordo sul fatto che arrivano messaggi contradditori e sbagliati. Per me che ho tanta esperienza è facile selezionare, ma una persona inesperta non sa che pesci prendere. A mio avviso, in buona sostanza, mangiare tutto, variare moltissimo, e di gran qualità

    Mi piace

      1. Eh io detesto le mode in generale figuriamoci in campo alimentare. A quanto pare però sono davvero irresistibili, affascinanti, al limite del ridicolo. Forse servono a sentirsi speciali, diversi, non saprei! Io ho fatto le mie scelte ragionate in anni e anni ma, credimi, detesto dare spiegazioni perché spesso chi pone le domande non ha nessuna voglia di ascoltare le risposte. Siccome non devo convincere nessuno e non ho voglia di fare polemica cerco tutti i modi di evitare. Però poi succede che qualcuno a tavola si accorge (come se avessi rubato) che non mangio carne e allora inizia il teatrino. Questo peggiora quando mi trovo in Sardegna, terra di carnivori. Il loro sguardo ti pietrifica! Una nuova era dell’età nuragica! Ma sto divagando, scusa, è che tra poco andrò proprio in Sardegna e si ricomincia…sarò la protagonista indiscussa di tutte le mangiate in compagnia! Proverò a dire che non mangio carne per moda, funzionerà?

        Mi piace

      2. Auguri eheheh! Io dopo aver visto un intervento di un attivista vegano – e ti dico che non amo chi si approccia in modo integralista – mi sento in colpa per uova e latte. Non è semplice trovare un equilibrio, ognuno ha il diritto di cercare il proprio

        Piace a 1 persona

  3. Ciao!!! Hai totalmente ragione…. Io da cuoco, evito a prescindere qualsiasi trasmissione che prevalsa giuria urlante e senza rispetto per chi è dall’altra parte… Cucinare per gli altri è un gesto d amore… In cui si esprime se stessi… E in qualche maniera questa affannosa ricerca della perfezione distrugge tutta la poesia…

    Piace a 1 persona

    1. Infatti, è poi questo atteggiamento da prime donne ce l’hanno soprattutto gli chef uomini, dimenticando che le mamme, le nonne, cucinano con attenzione e amore dalla notte dei tempi😉

      Mi piace

      1. Lo chef per definizione è una prima donna… Lo vedo su gli altri e su di me…si deve esser un po’ così se si vuol resistere.. Ma quello che fanno vedere nei suddetti programmi è tutta finzione….

        Piace a 2 people

    1. Noi? Io pasta integrale con pomodoro e basilico. Gli altri diranno pasta integrale con grano macinato a pietra del mulino vattelapesca con pomodori pachino siciliani al profumo di basilico ligure😂

      Mi piace

      1. Ricordati… Che stai parlando con una ” prima donna ” ahaha oggi io Barretta proteica e una bottiglia di Gatorade…. Vai di quel po’ meglio te!! Ahahaha adoro la pasta integrale… Hai provato as aggiungere una crema di avocado?

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.