Sono stato frainteso

“Tra quello che pensiamo, quello che vogliamo dire, quello che crediamo di dire, quello che diciamo, quello che vogliamo sentire, quello che sentiamo, quello che crediamo di aver capito e quello che capiamo, esistono otto possibilità di non capirsi”.

Il motto che accompagna questi ultimi anni, soprattutto se si seguono certi programmi televisivi o si leggono i post di certi social, è “Dico sempre quello che penso, perchè IO sono vera/o!!”.Solitamente, se mi viene detta questa frase, reagisco con un “… ma anche no!!” Per carità, in tempi in cui regna sovrana l’apparenza, un po’ di sana onestà di pensiero, non fa male, ma mi rendo conto che spesso a parlare sono coloro che hanno ben pochi argomenti, e forse perchè se ne rendono conto… li urlano più forte.

Così quelli che come me si pongono il problema di non offendere, di non ferire, di non essere invadente ecc. ecc., troppo spesso vengono considerati, nella migliore delle ipotesi stupidi, nella peggiore falsi.

Io invece comincio a provare un forte senso di intolleranza verso: 1) gli anziani, che in quanto tali, “hanno il diritto” di dire sempre ciò che pensano; 2) i giovani, che in quanto tali  (e perchè sono veri), “credono di avere il diritto” di dire sempre ciò che pensano; 3) l’informazione tutta, nelle vesti di giornalisti, conduttori, vallette, svallettate e smandrappati, “ha il diritto” di  dire tutto ciò che pensa; 4) fruitori di Facebook, Twitter, Instagram,WhatsApp ecc. “credono” in ciò che dicono… anche se loro li metterei nella categoria successiva; 5) gli ignoranti in genere che in quanto persone che “ignorano”… 6) unica categoria intoccabile è quella dei bambini che per fortuna dicono sempre quello che pensano, perchè loro SI che sono veri!!!

 

14 pensieri riguardo “Sono stato frainteso

  1. Ti do ragione su tutto , ma per quanto riguarda i bambini spesso fin da molto piccoli sono strumentalizzati dalle tendenze familiari…
    Politica , razzismo , religione…i bambini assorbono e introiettano tutto quello che sentono in famiglia …Dopo di che le loro idee sono già “programmate”e quindi non spontanee…

    Mi piace

  2. in quale categoria ti metti, visto che hai scritto quello che pensi? 😀
    Comunque è vero tutti sostengono che la verità sta sulle loro labbra mentre gli altri raccontano il falso. Qunque di verità ce ne è qualche miliardo, più o meno quanti siamo sulla terra.

    Mi piace

    1. Per un attimo mi è venuto il pensiero di aver “italianizzato” un termine dialettale, ma poi Treccani mi ha tranquillizzata 😂:
      “smandrappato agg. [voce roman., di etimo incerto]. – Di persona mal vestita, male in arnese; è l’equivalente dial. di altri agg. come sbrindellato, scalcinato, scalcagnato; anche sostantivato (e talora con uso estens., per indicare comportamento scomposto, sguaiato): sei uno s., una smandrappata. Riferito all’abito stesso, sbrindellato, lacero: hanno il ciuffo fuori, … la divisa portata come un pigiama, tutta sbottonata e s. (Pasolini)”.

      Mi piace

  3. io poi mi sono resa conto che molto spesso chi sente il bisogno di puntualizzare “io sono vera/a, le cose non le mando a dire” ha qualcosa da nascondere, una sorta di excusatio non petita. Cioè ma perché devi puntualizzarlo?

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.