La mia amica voleva fare la Madonna

Io ero meno ambiziosa.

I bambini osservano, registrano, custodiscono e diventati ormai adulti, ritornano a sentirsi bambini quando ricordano emozioni e desideri ormai lontani.

Ero nel gruppetto di amiche che ha riso, ma anche provato tenerezza, nell’immaginare l’amica Gabriella, allora piccola futura amica Gabriella, che sedeva leggiadra su di una pietra intenta a “fare” la Madonna e ad osservare un piccolo mondo agreste

Invece io, quando ero ancora piccina, a seconda dei momenti ho desiderato essere: una maestra, una parrucchiera, una dottoressa, una mamma!

Ero un tantino meno ambiziosa di lei!

Ricordo in modo particolare che la fantasia accorreva in mio aiuto quando venivo costretta a fare il cosiddetto riposino pomeridiano, avevo così tante cose da fare…ed ero poi così giovane, per cosa mi sarei mai dovuta riposare? Continua a leggere “La mia amica voleva fare la Madonna”

Da grande voglio fare la Madonna!

Mai porsi limiti!

Che bello essere bambini! Provo sempre una certa inquietudine quando penso alla teoria che identifica questa fase della vita come un vaso vuoto da riempire, perché io credo che quel vaso sia in realtà pieno di cose belle e grandiose che purtroppo noi adulti, anziché approfittarne, cerchiamo di manipolare, ripulire e catalogare.
I bambini amano e non se ne vergognano, hanno paura e non se ne vergognano, sognano e ci credono. Continua a leggere “Da grande voglio fare la Madonna!”