Troppo incazzati!

Siamo sempre tutti incazzati e non scriverò: arrabbiati, irritati, furiosi.

Certamente non bisognerebbe trascendere, ma la realtà è che neanche il Natale mitiga questo nostro modo di sentirci. Spesso siamo poco propensi verso il prossimo, prossimo che ci appare sempre poco propenso nei nostri confronti.

In una giornata fredda e davanti ad un piatto caldo, io e mia figlia ci siamo ritrovate a fare queste considerazioni. Mi raccontava della sua esperienza in Africa, della disponibilità delle persone, dei loro sorrisi e della loro buona volontà. La volontà di collaborare, di lavorare. Di fronte alle difficoltà della vita, alla povertà, ha trovato i sorrisi di chi in questa vita cerca di fare al meglio delle sue possibilità. Continua a leggere “Troppo incazzati!”

Yes, we can!

Io e le tecnologia

Ieri sera con mio marito ci siamo fermati a guardare una partita di tennis in televisione. Premesso che non conosco questo sport, mi sono imbambolata seguendo il ritmico andirivieni della palla che le due abili tenniste si scambiavano cercando di bucare la difesa l’una dell’altra. Avanti e indietro, avanti e indietro… come il mio primo video game collegato alla televisione e le interminabili partite con mia sorella: uno schermo nero con due mattoncini che si dovevano spostare per intercettare e rilanciare una pallina… avanti e indietro, avanti e indietro. Continua a leggere “Yes, we can!”

Gli uomini e il calcio

Il pallone –  Nobel della pace

E sì che in questo periodo non è che abbia nulla a cui pensare, però la mia mente vagabonda su strade inconsuete. In questi giorni ho avuto modo di osservare in più riprese, il rapporto che hanno gli uomini con il calcio.

Credo che questo sport debba essere considerato lo sport del millennio e a buon diritto la “palla” in quanto tale dovrebbe essere tutelata come bene dell’umanità, le darei il “Nobel Onoris Causa” per la pace mancata. Continua a leggere “Gli uomini e il calcio”