Le pazze/ i pazzi sono fuori

I pazzi sono fuori, sì sì questa sera ne sono quasi certa!

E’ sera, visto che il tempo e un po’ più fresco ne approfitto per stirare qualcosina, accendo la televisione perché  in una trasmissione sarà ospite un giovane marocchino che secondo me scrive in modo molto interessante.

Vengono proposti vari servizi, uno di questi riguarda i vari concorsi per baby modelle, cantanti, ballerine e via di questo passo.

Mi viene in mente un programma americano nel quale le bambine venivano “verniciate” con l’autoabbronzante, agghindate come scimmiette al circo – povere scimmiette, tutte – e portate in lungo e in largo per le esibizioni.

Questi concorsi sono, diciamo, più “casarecci”, ma la sostanza è la stessa…anzi il problema è che non c’è alcuna sostanza. Continua a leggere “Le pazze/ i pazzi sono fuori”

La consapevolezza

La felicità degli altri può ricadere su di noi, anche solo per pochi attimi.

Se si compie un gesto positivo, una buona azione, questa potrà essere replicata da qualcun altro e poi ancora e ancora come sognava il piccolo idealista Trevor nel romanzo “Un sogno per domani”.

La realtà invece ci mette di fronte anche alle decisioni sbagliate e alle conseguenze, le conseguenze negative.

Ognuno di noi vive con la “presunzione” di essere libero e di poter decidere come meglio crede della propria vita. Quante volte ci ripetiamo che siamo liberi fintanto che la nostra libertà non va a ledere quella di qualcun altro: “la vita è miafaccio ciò che voglio tanto sono io che ne pago le conseguenze.”

Invece non è quasi mai così! Continua a leggere “La consapevolezza”