Amicizia e social

13002594_10207963105749953_2155102621729392225_oQualche anno fa la mia compagna di blog mi propose di iscrivermi a Facebook, lei, in tutto ciò che riguarda il web, è sempre informata e come si suol dire…più avanti. Io, invece, che ero refrattaria ai cambiamenti portati dal mondo virtuale, da sempre favorevole alla comunicazione vis à vis, temevo che Facebook avrebbe snaturato il nostro rapporto di amicizia, con il rischio di ridurlo a messaggi e a post pubblicati su di una bacheca; ma come in tutte le cose, il senso della misura può essere di aiuto. Ci ho pensato l’altro giorno, mentre sfogliavo un piccolo libro stampato che raccoglie una serie di riflessioni e consigli che io e lei in questi ultimi anni ci siamo scambiate. Noi, che non abbiamo problemi a fare lunghe e varie chiacchierate, che non abbiamo abbandonato il piacere di vederci e di mettere a posto il nostro mondo davanti ad una tazza di caffè, abbiamo riscoperto il piacere di scrivere. Le ultime lettere su carta colorata credo di averle scritte molti…ma molti anni fa, alle amichette conosciute durante le vacanze estive. Sono fautrice dei rapporti tradizionali, come ho già scritto, ma poter postare a volte una dedica, un messaggio, un piccolo appunto in un determinato momento della giornata, può essere un piccolo gesto importante. Spesso mi ritrovo a scrivere di notte, quando in casa regna il silenzio, quando non si oserebbe telefonare per non disturbare, mi ritrovo così a differire nel tempo quanto desidero dire, a soppesare le parole, ad approfondire, prima che il pensiero scappi via nel rumore e nella fretta. I social possono quindi essere una opportunità in più, un mezzo, non esclusivo, per conservare le nostre amicizie, per ritrovare o conoscere delle persone, soprattutto quando si è separati da distanze considerevoli. Il mezzo va piegato alle nostre esigenze, perché in effetti viviamo tempi in cui tutto è in movimento e ogni giorno ci vengono proposte delle novità, certo ci sono anche molti aspetti che vanno valutati, criticati; infatti vi dirò…

sole_ottobre

Non c’è niente da fare, il sole è l’elemento che simboleggia l’energia vitale. Basta proprio una giornata di sole per sentire che sì, si può fare, si può ricominciare, qualsiasi cosa sia accaduta ieri, una settimana fa, un mese fa. Siamo ancora tutti qui nonostante lo schifo, sì proprio lo schifo e il dolore che ci circonda, diciamolo senza eufemismi, senza cercare la battuta ironica. Il sole rappresenta i buoni propositi, la speranza, è fonte di ispirazione per nuove idee. Ricominciamo da qui…e se oggi dietro alla vostra finestra il sole, come scrivono i poeti, non fa capolino, vorrà dire che è ora che il capo lo sporgiamo noi, pian piano…

Blog su WordPress.com.

Su ↑